messaggio criptato


equilibrio troppo precario


Le frasi che odio di più:
- dopo ti devo parlare
- lasciami spiegare
- non fa niente
- l’ho fatto per il tuo bene
- si, però anche tu (…)
- scusa ma non mi sento in colpa
- ci risentiamo a settembre

Autostrade alle cinque di mattina

Autostrade alle cinque di mattina

Discorsi a tavola

Mamma: hai delle occhiaie spaventose
Io: eh, non sono riuscita a dormire
Mamma: si, tua sorella mi ha detto che sei tornata stamattina alle otto e mezza. Non pensare che io non sappia le cose
Io: …
Sorella: tutti abbiamo fatto nottata di nascosto alla tua età
Mamma: si, infatti non importa

ginocchia:

io quando una persona mi tocca dopo ci penso per una settimana. come minimo.
rivivo il gesto nella mente ripetutamente.
quelli che riescono a toccare gli altri con naturalezza io li guardo con ammirazione, li invidio.

Ieri sera M era ad una cena con i parenti al ristorante ma è venuto dieci minuti in piazza solo per salutarmi.

Visto che non ho voglia di fare la valigia nonostante tra due ore io debba partire, faccio questo test ringraziando (forse si, forse no) sarahblackhole ❤️

1. Quanto saresti vecchia/o se non sapessi che età hai? Dipende dalle situazioni, in molti casi dimostro di essere immatura perché agisco d’impulso, in altri riesco a mantenere la lucidità necessaria.

2. Se avessi l’opportunità di diffondere un messaggio, quale sarebbe quel messaggio? Non aspettate di essere amati, ma amate voi per primi, senza limiti. Lottate per i vostri obbiettivi e andate sempre per la vostra strada, senza compararvi agli altri o guardarvi indietro (ora me la sento molto matta).

3. Che cosa faresti di diverso se sapessi che nessuno ti potesse giudicare? Nulla, credo. Non mi importa molto del giudizio degli altri, tranne delle persone che amo.

4. Ti stai aggrappando a qualcosa che vorresti lasciare andare? o dovresti? Si, mi aggrappo ai miei sintomi per anestetizzarmi ma la cosa non funziona affatto.

5. Hai fatto qualcosa di recente che merita di essere ricordato? Di solito si ricordano i dettagli, quindi sì, ce ne sono parecchi che ricorderò.

6. Quando entra in gioco il momento di smettere di calcolare i rischi e le conseguenze e fare semplicemente ciò che vuoi fare? Si può fare quel che si vuole solo senza far male agli altri, quindi credo che quasi sempre sia necessario pensare ai rischi ed agire di conseguenza.

7. Fai abbastanza domande o aspetti che arrivino le risposte senza mai chiedere? Dipende dalle persone. Mi permetto di domandare solo alle persone con cui ho confidenza. Nei confronti di me stessa invece faccio molte, moltissime domande.

8. Celebri e sei felice delle cose che hai? In linea di massima si, so che non mi manca nulla, ma si sa che l’essere umano è un infelice di professione e pensa più alle cose che gli mancano piuttosto che alle cose che ha.

9. Quali sono le cose che fai che ti fanno perdere il senso del tempo? Uscire con B, i social network, i libri, film e telefilm, la musica, i pensieri.

10. Quale è per te, la differenza fra vivere ed esistere? Vivere significa affrontare le emozioni e le situazioni che ci troviamo davanti, saper reagire cogliendo il lato migliore di ogni cosa. Sopravvivere invece vuol dire vivere la propria vita da spettatore.

11. Hai qualcosa da insegnare? cosa? Dall’alto dei miei sedici anni ho solo da imparare.

Non taggo nessuno perché tanto non mi si fila nessuno e poi perché è notte e devo smetterla di temporeggiare e fare la valigia.

Anonimo asks: Ciao, anche io facevo ginnastica artistica ma non a livelli come i tuoi. Potrei sapere come mai hai smesso di praticarla? (sono da poco nel tuo blog)

Ciao! Ho smesso perché ho avuto problemi alla schiena abbastanza gravi (che parolona), per i miei disturbi alimentari che peggioravano sempre di più e perché a livelli agonistici è uno sport faticoso fisicamente e psicologicamente. Me ne pento ogni giorno, ma a volte bisogna prendere delle decisioni anche se fa male.

Il rossetto sulla sigaretta fa proprio scena

Il rossetto sulla sigaretta fa proprio scena

L’alba

L’alba

Sono rimasta tutta la notte ad ascoltare Welcome Home dei Radical Face pensando a M. Cosa mi sta succedendo? Io non provo mai niente per nessuno. Non posso permettermi di essere vulnerabile.

unavocedalnulla 
Sono riuscita a capire la battuta, ma non fa ridere. Mi sta cadendo un mito.

unavocedalnulla
Sono riuscita a capire la battuta, ma non fa ridere. Mi sta cadendo un mito.

Non ci sono più i cuccioloni di una volta

Non ci sono più i cuccioloni di una volta