messaggio criptato


equilibrio troppo precario


con te non mi sento sporca

ogni persona che mi vede dice che sono troppo nervosa e ansiosa. non sono mai stata così empatica. ok, diciamo che non sono mai stata empatica ma in questa situazione non posso farne a meno. l’anestesia sta svanendo e non so se è una cosa positiva o negativa.

inunoceanodigomma un segno divino, hai ragione, non ci avevo pensato. ora mi farò troppe pippe mentali pensando a cosa possa significare

inunoceanodigomma un segno divino, hai ragione, non ci avevo pensato. ora mi farò troppe pippe mentali pensando a cosa possa significare

un tipo sull’autobus mi ha dato uno schiaffo

ho due occhi talmente gonfi che sembra che mi abbiano pestato. da oggi la prima regola sarà ‘non avere attacchi di panico la sera prima di scuola’

stavo piangendo tanto tanto forte e la mia mamma è venuta a calmarmi. quando ho smesso di piangere mi ha abbracciata fortissimo fino all’infinito e mi ha dato tanti bacini. mi ha rimboccato le coperte e dato la buona notte. poi mi ha detto che domani ci saremmo dovute rotolare sul letto come quando ero piccola. quando ero piccola era il mio passatempo preferito. io e mamma ci abbracciavamo e rotolavamo sul letto finché non riuscivo più a respirare dalle risate. per la prima volta mi sento amata.

Anonimo asks: Cosa è successo, se posso chiedere..

ho mangiato senza rimettere. mi sono sentita male. sono scoppiata a piangere davanti a mia madre e le ho detto che non riesco più a smettere in nessun modo. poi è arrivata mia sorella e hanno incominciato a dirmi che il mio problema è che non esco di casa e che penso troppo e non faccio sport da metà anno. mi sono sentita presa in giro, umiliata, sminuita, sottovalutata. sono tornata in camera mia piangendo e ho avuto un attacco di panico. non ce la faccio più, sono stanca e stufa della gente che giudica senza sapere nulla, sono stanca e stufa di vivere.

non è che voglio morire, è che non voglio più vivere

credo che questa sia la serata più brutta della mia vita. voglio sparire dalla faccia della terra. non posso più vivere qui, non posso più vivere così.

Anonimo asks: perché è una giornata da scrivere sul calendario?

perché è il primo giorno da mesi che non ho rimesso. e ho mangiato anche abbastanza.

questa è una data da scrivere sul calendario.

ho parlato con mia sorella C e ho pianto tanto, ma ora mi sento meglio, non sono più sola, non lo sono mai stata in realtà, ma ora ne ho la certezza. mi è anche venuta fame e vorrei provare a mangiare qualcosa ma non voglio fare il passo più lungo della gamba. sono stanca di vedermi fallire.

ogni volta che non ho la forza di fare un pensiero costruttivo mi crogiolo nei pensieri autodistruttivi e nei meccanismi di difesa del mio inconscio

reginadicuori0 mia-alchimia
siete un tesoro, oggi vorrei solo andare in standby

non ce la faccio, non ce la faccio, non ce la faccio, non ce la faccio, non ce la faccio, non ce la faccio, non ce la faccio